Donna di servizio (e service design)

Donna di servizio (e service design) header image 2

A.P.C.: un esempio di nuova interpretazione dell’usato nel retail

October 4th, 2011 · No Comments

apc

Se per alcune tipologie di prodotti, il servizio di gestione dell’usato a fine vita non é cosa nuova, per altri, in particolare prodotti a rapida sostituzione (dall’elettronica alla moda) si tratta di un nuovo business. Sulla base di una tendenza ad un consumo maggiormente consapevole ed una riduzione delle spese da un lato e, dall’altro, sulla base di una tendenza ad essere sempre up-to-date, molti brand si stanno aprendo al ritiro dell’usato in cambio di sconti (ad esempio Buy Back Program di Best Buy e Trocatlhon di Decatlhon).

In quest’ottica, A.P.C. rappresenta un caso interessante, non solo perché si tratta di un marchio di moda che ritira i jeans usati in cambio di uno sconto del 50%, ma perché aggiunge un ulteriore pezzo di valore a questa fase del servizio. I jeans che vengono ritirati, infatti, non vanno in beneficenza o destinati ad altri canali, ma vengono lavati, riparati se necessario, ricamati con le iniziali del vecchio proprietario e poi rivenduti.
Ed é proprio il ricamo che, a mio avviso, rende il servizio distintivo, dando un significato nuovo al prodotto usato, che diventa una rappresentazione “fashion” di storie personali stratificate (e non solo di una buona azione di consumo responsabile) e incontra i bisogni di una parte dei clienti in modo più specifico rispetto al prodotto nuovo (oltre che rappresentare un vantaggio economico da entrambe le parti).
Secondo Jean Touitou, designer fondatore di A.P.C., infatti, una buona parte di clienti uomini dismette i jeans nel momento in cui, a causa dell’utilizzo, non sono più del colore originale. Molte donne invece (ed anche una parte di uomini) preferiscono jeans un po’ sformati o rovinati a regola d’arte. La serie “butler worn-out” é quindi un modo per coniugare questi due tipi di desideri, generando un vantaggio in termini economici e, in qualche modo, anche di riduzione dell’impatto ambientale.

Fonti: apcjournal.fr

Autore: Lidia Tralli, donnadiservizio.com

English version (by Google Translate)

Tags: · , , , ,

0 responses so far ↓

  • There are no comments yet...Kick things off by filling out the form below.

Leave a Comment

Spam Protection by WP-SpamFree