Donna di servizio (e service design)

Donna di servizio (e service design) header image 2

Estensione del servizio: il fascicolo sanitario elettronico e il caso MotherKnows

September 17th, 2012 · No Comments

motherknows

L’estensione del servizio, ovvero la continuità di rapporto con l’utente che si riesce a creare dopo l’effettiva prestazione, è centrale in molti tipi di servizi, ma nel caso di quelli legati alla salute può assumere grande importanza dato il particolare coinvolgimento emotivo dell’utente e la necessità di generare comportamenti specifici.

MotherKnows è un esempio interessante che, oltre a mettere l’accento sulla continuità del servizio tra un appuntamento medico e l’altro, si specializza su una tipologia di utenti in particolare, ovvero i bambini, per i quali entra sicuramente in gioco una grande disponibilità all’engagement da parte dei genitori.

Si tratta di un servizio a pagamento, accessibile via sito o app mobile, che consente ai genitori di avere accesso alle informazioni mediche del proprio figlio “tradotte” in un’interfaccia user friendly, particolarmente semplice e facile da capire.

É possibile avere accesso alla storia medica del figlio, alle istruzioni post-visita del dottore, agli appuntamenti, ai dosaggi di eventuali medicinali, alle informazioni utili da dare in caso di emergenze, ad infografiche che mostrano ad esempio l’andamento della crescita, ecc…

motherknows_vimeo

Il sistema prevede che i genitori firmino l’autorizzazione ai medici per il rilascio delle informazioni, accessibili con lo standard di sicurezza (265-bit encryption) dei dati medici definito dall’Health Insurance Portability and Accountability Act. I dati sono accessibili solo dai proprietari dell’account.
L’abbonamento mensile costa 9.95$ con 4 aggiornamenti annuali, mentre l’abbonamento per un anno costa 249$ e prevede 10 aggiornamenti.

Nonostante le differenze tra il sistema sanitario degli Stati Uniti e quello italiano, salta all’occhio un parallelismo con il fascicolo sanitario elettronico collegato alla carta regionale dei servizi.
L’accessibilità del servizio online, seppur gratuito (punto a favore), è decisamente più complessa dato che è necessario recarsi ad una Asl per richiedere il pin segreto e procurarsi un lettore di smart card per la tessera sanitaria. Non sono un’esperta di tecnologia, ma siamo sicuri che non esista un modo più agevole per garantire la sicurezza dei dati?

crs_lombardia

Per i motivi suddetti non ho potuto/voluto visualizzare il fascicolo sanitario e testare l’usabilità del servizio, ma credo che l’idea di “tradurre” i dati sanitari in visualizzazioni e servizi capaci di creare continuità e comportamenti corretti, oltre che consapevolezza delle propria situazione (potere dell’infografica…), possa essere di grande interesse anche per favorire il passaggio dalla cura alla promozione di stili di vita più corretti.

Fonti: motherknows.com, crs.regione.lombardia.it

Autore: Lidia Tralli, donnadiservizio.com
English version (by Google Translate)

Tags: · , , , ,