Donna di servizio (e service design)

Donna di servizio (e service design) header image 2

Il mix di servizi design oriented per la stazione ferroviaria perfetta

July 2nd, 2013 · No Comments

mon00

Decisamente service design oriented la proposta di Monocle per la stazione ideale, con un mix integrato di servizi, layout, scelte di stile e regia, che voglio riportare come esempio di approccio e promemoria davanti a molti tentativi falliti di trasformare le stazioni in parti integranti della città.

“La perfetta stazione ferroviaria”, proposta da Monocle nel numero di giugno all’interno di uno speciale approfondimento sul significato della mobilità, identifica i 10 interventi necessari per trasformare la stazione da luogo di transito a cuore della vita cittadina in grado di offrire esperienze utili ai bisogni della quotidianità.

mon01

Frutto di un’osservazione continuativa dei migliori casi internazionali a livello di offerta, stile e servizi, questa proposta integra scelte sul retail mix, scelte architettoniche e servizi per chi è in movimento.

1) Un luogo di incontro
Un ottimo (nello stile e nel prodotto) bar con veranda può spostare l’attesa dall’ingresso della stazione al bar stesso e soprattutto diventare una destinazione in sè.

2) Un caldo benvenuto
Ampi viali di accesso con marciapiedi in pietra, alberi, panchine in legno e cestini, che rappresentano un collegamento con i quartieri circostanti e possono ospitare piccoli eventi.

3) Una banchina popolata
Sostituzione delle vending machine nelle banchine con chioschi di giornali, bibite, snack e staff capace di creare un rapporto personale con i viaggiatori pendolari. L’idea è quella di integrare nei chioschi anche un servizio di prestito di ombrelli su cauzione, da restituire nel viaggio di ritorno.

mon02

4) Una destinazione per lo shopping
Un corretto retail mix è in grado di trasformare un hub in una parte vitale del quartiere, ma deve tenere conto della sensibilità degli utenti – per esempio rispetto alla rinnovata attenzione sul cibo offrendo piccoli negozi di cibo tipico e locale – dei bisogni quotidiani con barbiere, calzolaio, lavanderia, posta, farmacia e ambulatorio, e dei desideri con fiorario, enoteca e ristorante serale.

mon03

5) Un servizio taxi che funziona
Rendere chiara la segnaletica per l’individuazione immediata dei luoghi di attesa e la gestione delle code, con addetto dedicato.

6) Una stazione di polizia
La presenza di un chiosco di polizia visibile da più punti è spesso di per sè un deterrente, capace di comunicare anche un senso di sicurezza, in particolare se “abitato” da agenti che svolgono anche una doppia funzione informativa.

7) Una casa per bagagli perduti e ritrovati
Sostituire il servizio di call center presente in molte stazioni con un luogo fisico per la raccolta di bagagli e oggetti perduti/ritrovati che offra anche la possibilità di ricaricare le batterie di telefoni e computer. Un addetto deve essere presente 24/24 ore e svolgere un ruolo di “portineria” per persone con ridotte capacità motorie.

mon04

8) Una calda luce serale
Un sistema di illuminazione serale capace di ridurre il senso di insicurezza, con luci calde non fluorescenti (per ridurre l’effetto “soviet”, cito testualmente…) sui binari e all’esterno.

9) Un posto sicuro per le biciclette
Parcheggio sotterraneo per le biciclette che evita l'”intasamento” di entrate e uscite con distese di bici (magari abbandonate), dove è possibile affittare uno spazio (giornaliero, mensile o annuale) e lasciare la propria bici custodita 24/24 ore.

10) Un fiorente “lato-binari”
Per evitare graffiti e case abbandonate ai lati dei binari, la proposta è quella di offrire queste location ad affitti ridotti a piccoli business con l’opzione di potervi abitare. In questo modo i lati della stazione sarebbero animati da attività commerciali che seguono gli orari della stazione e, come residenti, i commercianti non sarebbero disturbati di notte visto che i treni non viaggiano.
Altro aspetto interessante, quello di animare di servizi entrambi i lati della stazione per favorire l’integrazione con il quartiere e di non considerarne solo uno come punto di accesso privilegiato.

mon05

Fonte: Monocle, The Perfect Railway Station, issue 64, volume 07, June 2013

Autore: Lidia Tralli, donnadiservizio.com
English version (by Google Translate)

Tags: · , , , , , , ,