Donna di servizio (e service design)

Donna di servizio (e service design) header image 2

Nuovi mestieri, nuovi servizi: il cambio armadio a Milano

November 4th, 2013 · No Comments

guardacheroba

Un’idea interessante, che centra in pieno un bisogno “latente” e un nuovo modello di economia (lato offerta e lato cliente), quella di Ilaria Battisti con Guarda(che)Roba, un servizio di “cambio armadio” e sartoria, per estendere l’offerta tradizionale della sua attività di sarta e risolvere quello che personalmente ritengo un incubo (e non credo di essere la sola…).

Il servizio consiste nella sistemazione e riorganizzazione dell’armadio, con piccoli interventi di sartoria per svecchiare o adattare alcuni capi, inclusi nel prezzo del servizio (150 euro per un giorno di lavoro). Interventi più consistenti, come ad esempio riciclo di abiti dismessi per creare trapunte patchwork, shopping bag, ecc… vengono invece preventivati a parte.

L’idea, come dice Ilaria stessa, è che “lo spreco non è più del nostro tempo” e che abiti fuori moda, che cascano male o un po’ rovinati non vadano necessariamente eliminati, ma possano essere nuovamente valorizzati grazie a piccoli interventi di sartoria e alla consulenza di un’esperta capace di suggerire nuovi abbinamenti, coordinamento con accessori e stili adeguati alla persona.
Il costo del servizio viene quindi compensato dal non-acquisto di altri capi.

Non si tratta di un servizio strutturato né immediatamente scalabile, ma lo reputo in ogni caso un esempio di modello culturale che cambia, capace di inventare nuovi mestieri basati sull’offerta di servizi a valore aggiunto alternativi ai prodotti.

Fonti: guardacheroba.com

Autore: Lidia Tralli, donnadiservizio.com
English version (by Google Translate)

Tags: · , , , , ,